Processo ancora alle battute iniziali. E’ stata aggiornato al 5 aprile prossimo il processo che vede imputati i vertici di Asset Banca per il caso Re Nero, processo in corso davanti alla corte d’Assise di Forlì.

Nell’udienza di ieri la corte ha disposto sulla costituzione delle parti civili che avevano fatto istanza nella prima seduta del processo. Dichiarata regolare la costituzione di parte civile, il Pubblico Ministero ha tuttavia sollevato la necessità, perché il processo possa partire con tutte le parti costituite e poi procedere senza intoppi– evitando pure che in una seconda fase possano emergere contestazioni di nullità – che venga notificata la costituzione di parte civile anche al responsabile civile. Si tratta cioè del soggetto che, pur non essendo imputato in questo processo, può in tale sede fare valere le proprie contestazioni opponendosi alla pretesa di risarcimento avanzata dalle parte civili. Parti civili, gli imprenditori Lombardini e Sghinolfi difesi dall’avvocato Filippo Berselli, che furono vittima di usura e compaiono nel processo perché gli assegni post-datati, utilizzati come mezzo per lo strozzinaggio, risultarono cambiati da Asset. (…)

Leggi su Libertas

Share This